La spiaggia

Sbucarono finalmente sul ciglio della scogliera. Il mare scintillava sotto il sole, l’acqua trasparente si tingeva di un azzurro che all’orizzonte diventava il cielo, punteggiato da gabbiani bianchi che volteggiavano lanciando grida lamentose. In basso, cinta da ispide pareti rocciose, una piccola insenatura di sabbia immacolata era chiusa all’estremità più lontana da uno spuntone della […]

Noi, Lazzaro, lo facciamo saltare!

“A nome di tutti i concorrenti, prometto che prenderemo parte a questi Giochi Olimpici rispettando e osservando le regole che li governano, impegnandoci nel vero spirito della sportività, per uno sport senza doping e senza droghe, per la gloria dello sport e l’onore delle nostre squadre.” (Giuramento olimpico dell’atleta) Hernando Bujo, aerotassista, all’aeroporto El Dorado […]

Sala d’attesa

1. Il barbone L’orologio segnava le nove di sera e maledissi me stesso per essermi attardato, pensavo fosse prima. Mi stupii: da qualche giorno arrivavo alla stessa ora, spaccando il minuto. Nella sala erano presenti poche persone e ne fui contento. Scelsi uno dei miei sedili preferiti e mi ci sdraiai, un po’ in disparte […]

Il suono del silenzio

È quasi buio. Ho imparato da poco cos’è la notte, quella vera, senza nemmeno una luce. Prima era solo un’appendice del giorno, preferivo andare in giro dopo il tramonto. Mi mancano i lampioni, ci regalano la sicurezza di un giorno perpetuo, la possibilità di fare sempre quello che desideriamo, a qualsiasi ora. Sono a metà […]

Una donna

L’odore di bruciato mi sveglia. Per un attimo mi chiedo se non sia il caffè sul fuoco, ma realizzo in pochi istanti che non è possibile. Nessuno fa il caffè se non mi alzo io. Infilo le ciabatte e mi muovo piano al buio per non svegliare mio marito. Faccio lo slalom tra i letti […]

Nuova Dicotomia #3

Per leggere la prima parte, clicca qui Per leggere la seconda parte, clicca qui Colpi di tosse e rantoli misti a imprecazioni mi strappano da un limbo senza sogni. Ancora case sconosciute. Il sangue raggrumato di mamma-coraggio tende la pelle attorno alla piega del gomito e sotto lo zigomo. Porto le mani alle orecchie ma […]

Nuova Dicotomia #2

Per leggere la prima parte, clicca qui   Tutto sta nel come la si guarda, una città. Il punto di vista non genera solo prospettive ma crea finzioni rassicuranti. Ci si può ingannare per bene costruendo il proprio quadretto idilliaco. Basta ignorare la vista periferica. E gli altri quattro sensi. Così sto facendo io. Le […]

Il silenzio di Galeria

I rampicanti e il muro su cui crescevano erano talmente intrecciati che era difficile distinguerli. Il verde delle foglie e il grigio delle pietre erano scoloriti, quasi volessero somigliare le une alle altre. Sembrava che quei ruderi abbandonati da tempo attendessero pazienti che ce ne andassimo per restare in pace. D’altro canto, anche io non […]

L’abbraccio

Sergio desiderava trovare la causa di tutto ciò. Sergio voleva un nemico. Soppesava la bottiglia di vetro nella stanza buia: era vuota, come lui. Calcificato in casa da giorni era in attesa di risposte; il giogo della rabbia lo sfiniva, lo costringeva a lavorare sul suo dolore, nel campo di sofferenza che era il suo […]