Album di famiglia

Nove mesi fa sono morta, eppure oggi il Natale è arrivato comunque. Che strano. O forse a sembrarmi strano è il fatto che dentro la mia vecchia casa si stia inscenando lo stesso copione di sempre. E io sono qui a fare da spettatrice. La tavola è già pronta: tovaglia rossa, candele bianche e sottopiatti […]

Amore di mamma

Cara Beatrice, è da più di un anno che non sento la tua vocetta caruccia e ti stupirai di ritrovare questa letterina nella cassetta della posta (chissà se c’è ancora il cuore rosa che ho appiccicato anni fa!). È strano usare un modo antico per farti avere mie notizie ma dovrai accontentarti. Avrei voluto dirtelo […]

La finestra rotta

Guardo il mondo attraverso una vecchia finestra. Un vetro è rotto all’angolo in basso, una frattura poco più grande di una biglia. La finestra è la sola via di comunicazione, l’unica possibilità di contatto con il mondo all’esterno della torre. La delusione e la disillusione, pietra a pietra, mi hanno costruito addosso questo torrione, dentro […]

Il buio come alleato

Luigi i suoi compagni di scuola proprio non li capiva. Ghettizzato al primo banco osservava, in un susseguirsi di ore, la sezione finale dell’aula con la lavagna nera e il cancellino incipriato di bianco, mentre la maestra, con le calze scure e una gonna fin troppo pesante per un aprile inoltrato, spiegava le frazioni o […]

Nico in the Jungle #2

Per leggere la prima parte clicca qui “ALLORAAAAAAAAAAAAA!” Sono perfetto nei panni di un gorilla mentre scavalco barricate di giocattoli e agguanto un bambino dopo l’altro sbraitando: “Diamoci una calmata!” La giungla, il cui successo mi ha quasi sopraffatto tanto che Chiara mi ha chiesto l’elaborazione di una relazione con relative schede, cartelloni, disegni fatti […]

Nico in the Jungle #1

“Salve, sono Nico”. Mostro il palmo della mano, le dita amichevolmente aperte. Dovrei apparire disinvolto, il peso tutto su una gamba e l’altro piede, boh, su un trattore o sulla testa mozza di Winnie the Pooh. “Mai a gambe aperte” mi ha detto la coordinatrice “ché sembri un caporale”. E allora mi alzo dalla sedia […]

Mercoledì, piscina

Stavo finendo di dare la colazione alla bimbetta, quando mio marito è entrato in cucina con una camicia in mano. Reggeva la camicia per il colletto: era la sua prova contro di me, mi mostrava il colletto, insieme al suo disappunto per come la piega fosse troppo alta, perché io non avevo ancora imparato a […]