gallotti copertina

Occidente

I suoi occhi mi guardano. Vorrei non vederli, per non sentire neppure un milionesimo delle sofferenze che lo hanno portato lì, a fianco del parchimetro. Mi seguono appena scendo dalla macchina. Li sento addosso, quegli occhi. Mi avvicino, osservo la sciarpa che gli nasconde il viso, la giacca a vento, lo smartphone nella tasca dei jeans, le scarpe da tennis.
“Avrà diciott’anni, come mio figlio”, penso.
Allunga un bicchierino di plastica verso di me. Una signora getta una moneta. Io no. Mi vergognerei. Recupero velocemente un euro per la macchinetta dal portafoglio, quasi a volerne nascondere il contenuto. Dolore, e domande senza risposte racchiuse in un unico corpo, che è milioni di corpi. Prendo il biglietto e torno verso la macchina.
Una voce: “Scusa capo”.
Mi giro. Lo vedo raccogliere da terra dieci euro che mi erano caduti. Mi fa segno di prenderli. Accenno un sorriso impacciato in segno di diniego e mi allontano, per nascondere la mia inutilità. Vorrei addirittura che mi capisse.

Copertina originale di Michele Tognetti

*****

Nato nel XX secolo, Manrico Gallotti rappresenta un ibrido tra numeri e lettere. Sposato con prole, libero professionista, corre e voga, quando possibile, rincorrendo per mare e per terra sogni impossibili. Social: Facebook, Twitter, Instagram.

2 pensieri su “Occidente

Rispondi a Giuseppe Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *